Al Salone di Torino «più di quaranta marchi»

  • Auto novità

AUTO «A quattro mesi dall'apertura della quinta edizione del Salone dell’auto di Torino al Parco del Valentino contiamo di avere in esposizione i modelli di più di quaranta marchi automobilistici». Il presidente del comitato organizzatore, Andrea Levy (nella foto), ha presentato l’edizione di quest’anno che si terrà dal 19 al 23 giugnoConfermati sia l’ingresso gratuito che l’orario continuato dalle 10.00 alle 24.00. La novità più interessante è il circuito cittadino nel centro storico, un anello tra le strade più eleganti di Torino dove sfileranno tutte le auto della parte dinamica della manifestazione. Tra le parate, da non perdersi quella del motorsport con le monoposto di Formula 1 e le auto di varie altre categorie. Un'altra novità importante riguarda le nuove tecnologie che saranno presenti, oltre che all’interno degli stand, anche nel nuovo Focus Auto Elettriche: qui le auto elettriche e le ibride plug-in saranno a disposizione per dei test di guida. Inoltre ci saranno dimostrazioni dei sistemi di guida assistita e le auto a guida remota con tecnologia 5G. A cui si aggiungono le parate delle oltre 1.500 supercar in arrivo da tutta Europa, i compleanni di modelli e brand, come la Mazda Mx-5, i 110 anni di Bugatti o i 120 della Fiat. Spazio anche ai premi Car Design Award, mentre il 23 giugno sono in programma il Gran Premio Parco Valentino, la sfilata di 40 km dei collezionisti e la rievocazione della Torino-Asti-Torino la prima competizione italiana giunta alla 124° edizione che ammette veicoli con qualsiasi motore, purché prodotti entro il 1918.

CORRADO CANALI

Articoli Correlati

La potenza di Gladiatoril pick-up di Jeep

Il modello, presentato a sorpresa a San Martino di Castrozza, non arriverà in Italia prima della fine del 2020

Per la gamma Seataggiornamenti in vista

Migliorìe tecnologiche o cambiamenti estetici per Tarraco, Ateca, Seat Arona, Ibiza, Leon

Maserati Levante Trofeo(e GTS) con il V8

La novità arriva anche sul mercato italiano dopo il debutto negli Usa