"Energia negli edifici, cambiare la prospettiva"

  • Energia

"E' necessario cambiare la prospettiva del consumo di energia negli edifici, per ridurre il divario tra le prestazioni energetiche calcolate a progetto e quelle reali. Chi occupa l'edificio deve essere considerato un soggetto attivo, che ha un background socio, politico ed economico, e non un semplice consumatore. La consapevolezza dei consumatori deve essere incentivata e bisogna spingere chi autoproduce a diventare prosumer". E' quanto dichiarato da Francesca Romana d'Ambrosio, presidente di Associazione Italiana Condizionamento dell'Aria Riscaldamento e Refrigerazione, che a Venezia sta svolgendo il suo 51° Convegno internazionale sul tema del rapporto tra comportamenti umani e prestazione energetica.

Efficienza energetica. "Il benessere degli occupanti è uno degli obiettivi previsto dalla Direttiva 844/2018 relativa alle prestazioni energetiche degli edifici e all'efficienza energetica, visto che il comportamento di chi occupa un edificio influenza circa il 50% del consumo di energia degli edifici. Per questo, è un argomento di grande attualità che necessita approfondimenti".

Articoli Correlati

Renco, un progettodi centrale in Armenia

La centrale, nei pressi della capitale Yerevan, è basata sulle ultime e più avanzate tecnologie

Acea entra nel gasattraverso Pescara

Accordo per l’acquisizione del 51% del capitale nella società Pescara Distribuzione Gas

Gas e luce, dal 1 gennaiobollette in aumento del 5%

L'Autorità dell'Energia e l'aggiornamento delle condizioni economiche