La Tav è stata congelata M5S e Lega: "Va ridiscussa"

  • TAV

Montecitorio ha bocciato le quattro mozioni sulla Tav presentate dalle opposizioni (Pd, Forza Italia, FdI e NcI), mentre è stata approvata la mozione di maggioranza, targata M5S e Lega. Il testo impegna il governo a "ridiscutere integralmente il progetto della linea Torino-Lione". I voti a favore sono 261, 136 i voti contrari.

Berlusconi: "Farla subito". "Non si può non realizzare subito la Tav, vorrebbe dire sprecare molte risorse, vorrebbe dire abbandonare quel progetto che ci dovrebbe portare a recuperare la distanza che abbiamo come infrastrutture, rispetto agli altri Paesi europei come Germania, Francia e Spagna che hanno il 50% di infrastrutture in piu' di noi", ha detto il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, a Cagliari.  Secondo Berlusconi, non realizzare immediatamente la Tav significherebbe "non soltanto tempi buttati per gli italiani nel loro trasferirsi dentro il Paese - ha aggiunto il leader di FI - ma significa anche un costo della logistica del 20% in più per le aziende italiane rispetto alle concorrenti di altrI Paesi". 

Boccia: "50mila posti di lavoro". La Tav "è un'opera da fare, un grande investimento, un'opera anticiclica che secondo uno studio attiverebbe fino a 50.000 posti di lavoro", ha affermato il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commentando la notizia della mozione."I dati di dicembre dovrebbero far riflettere tutti - risponde Boccia - e dovrebbero attivare un percorso sul lavoro e sull'occupazione. La Tav entra in questo quadro anche se chiaramente non è una soluzione ma è una delle soluzioni, insieme agli altri cantieri. Dallo studio della Bocconi emerge che si attiverebbero fino a 50.000 posti di lavoro, ci sembra che questa sia una priorità in un momento molto particolare che il paese sta vivendo. Siamo in una fase recessiva, serve una reazione, occorre rivedere alcune priorità". 

Articoli Correlati

Tav, Francia senza dubbi"Noi convinti, si va avanti"

Il governatore del Piemonte Chiamparino propone una consultazione popolare da abbinare alle Europee

Bandi Tav, primi okLa Francia: passo positivo

La Telt dà il via libera agli "avis de marché" sulla Tav. La Ue: "Ma servono anche altri atti"

Giorgetti: «Sulla Tavdecide il Parlamento»

Il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio mette in chiaro la strategia leghista sulla Torino-Lione