David, in pole “Dogman” by Garrone

  • David di Donatello

PREMI Matteo Garrone sopra tutti. Con la ferocia e il dolore del suo Dogman si piazza con 15 nomination al 1° posto nella corsa ai David di Donatello, seguito a breve distanza dal Martone anarchico di Capri Revolution che di nomination ne porta a casa 13. Mentre il 3° posto se lo dividono con 12 nomination Paolo Sorrentino col Berlusconi raccontato in Loro e Luca Guadagnino con la storia di amore e crescita di Chiamami col tuo nome. Li seguono, con 9 nomination, Alice Rohrwacher col suo racconto della bontà di Lazzaro felice e Alessio Cremonini con Sulla mia pelle, storia della morte di Stefano Cucchi. E nella cinquina dei miglior film da segnalare la storia dei due fratelli di Euforia di Valeria Golino, 7 nomination tra cui quelle per regia,miglior attore protagonista Riccardo Scamarcio e miglior attore non protagonista Valerio Mastandrea.

E questa sarà “l’edizione del cambiamento che guarda al futuro” come dice Piera Detassis che ha ereditato la direzione da Gian Luigi Rondi, che ha creato una giuria nuova di zecca e che sottolinea che “nelle cinquine dei candidati ci sono i nomi più interessanti del nostro panorama,conosciuti in Italia e all’estero e che hanno un respiro moderno e innovatore». Non ci resta che attendere il 27 marzo la consegna dei David,cerimoniere di nuovo Carlo Conti, che Rai1 manderà in diretta.

 

SILVIA DI PAOLA

Articoli Correlati
David di Donatello

Pastorelli-Santamaria la super coppia di Jeeg

Parlano i mattatori dei David di Donatello. "Ho vinto ogni pregiudizio" dice la bella Ilenia
David di Donatello

E Sky soffiò i David alla Rai

La tv di Murdoch promette di trasformare i polverosi premi nei veri Oscar italiani. A condurre il 18 aprile sarà Alessandro Cattelan