Rosso meno acceso per la nuova Ferrari SF90

  • F1

Svelata la nuova Ferrari di F1. Si chiama SF 90 per rendere omaggio ai 90 anni della Scuderia (nata nel 1929), la prima monoposto Ferrari nata sotto la presidenza di John Elkann. La Rossa è stata svelata in anteprima mondiale questa mattina a Maranello in attesa dei primi test in programma lunedì sul circuito di Montmelo a Barcellona. Viene  abbandonata la vecchia numerazione (SF 71H nel 2018) della gestione precedente. Presenti all'evento, oltre al presidente, l'amministratore delegato della Ferrari, Louis Camilleri, il team principal, Mattia Binotto, i piloti ufficiali Sebastian Vettel e Charles Leclerc e Piero Ferrari, figlio di Enzo 'Il Drake' il fondatore della Casa di Maranello.

Rosso. Rosso meno acceso rispetto alle tinte precedenti e migliore aerodinamica: Un 'vestito' nuovo per la prima Ferrari firmata John Elkann e Mattia Binotto cucito su misura per adattarsi ai cambiamenti regolamentari sull'aerodinamica che semplificano il numero degli elementi. Una monoposto, dunque,  essenziale che rappresenta un'evoluzione rispetto alla vettura dello scorso anno. Per la nuova Ferrari c'è una serie negativa da interrompere: 11 anni senza un titolo mondiale, l'ultimo vinto nel 2007 con Kimi Raikkonen. Il primo banco di prova sarà a Melbourne il prossimo 17 marzo con il Gran Premio di Australia. La Rossa di Maranello dovrà affrontare avversarie 'agguerrite' prima fra tutte la temibile Mercedes W10 o la Red Bull-Honda.  Ecco la scheda tecnica: la SF90 (sigla di progetto 670) è la sessantacinquesima monoposto realizzata dalla Ferrari per il campionato del mondo di Formula 1. La vettura è realizzata nel rispetto dei nuovi regolamenti che impongono diverse modifiche rispetto alle monoposto del 2018. Tra le più evidenti quelle alle ali anteriori e posteriori. L'ala anteriore è più larga e  semplice nei suoi profili aerodinamici, quella posteriore più larga e alta. I deviatori di flusso sulle fiancate sono stati ridotti in altezza, mentre le prese d'aria dei freni anteriori sono state semplificate. Il peso complessivo della vettura sale a 743 kg, con il pilota e suo equipaggiamento che devono obbligatoriamente pesarne 80. La quantità di carburante disponibile per la gara è salita da 105 a 110 kg.  La nuova SF90 ha il telaio in materiale composito a nido d'ape in fibra di carbonio con protezione halo per l'abitacolo, il cambio longitudinale Ferrari a 8 marce più retro e il comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce. Altri dati tecnici sono: differenziale autobloccante a controllo idraulico; freni a disco auto ventilanti in carbonio Brembo (anteriore e posteriore) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori. Infine , le sospensioni posteriori a puntone (schema push-rod) e le sospensioni posteriori a tirante (schema pull rod).

Articoli Correlati

F1, Vettel fenomenaleIncidente ai box Ferrari

Seconda vittoria per Vettel. Incidente ai box Ferrari: grave meccanico investito, Raikkonen si ritira. Mercedes sul podio

Maranello, la Ferrarisvela la nuova SF71-H

Ecco la monoposto per il Mondiale di Formula 1 2018

Rivoluzione in F1 torna l'Alfa Romeo

Il team si chiamerà Alfa Romeo Sauber, partnership con il team svizzero e motori Ferrari 2018