L'acqua del rubinetto fa venire i calcoli?

  • sani fake

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità www.issalute.it

È una falsa convinzione pensare che bere l’acqua del rubinetto, anche quella ad elevato residuo fisso, vale a dire ricca di sali di calcio e magnesio, possa favorire la formazione di calcoli renali. 

La concentrazione di calcio presente nell’acqua potabile di casa non provoca un aumento di calcoli renali. Il consiglio molto diffuso di utilizzare acque leggere o moderatamente oligominerali in sostituzione dell’acqua del rubinetto per evitare la formazione di calcoli non è giustificato da evidenze scientifiche. È bene ricordare che la formazione dei calcoli dipende in molti casi da una predisposizione individuale o familiare, in quanto il rischio è più elevato se ci sono in famiglia altre persone che ne soffrono. 

In caso di predisposizione, è essenziale bere in abbondanza e di frequente, senza per questo temere che il carbonato di calcio, presente nell'acqua del rubinetto, possa favorire la formazione di calcoli. Il calcio è un elemento essenziale per la nostra salute e la sua assunzione non va ridotta, a meno che non sia un medico a prescriverlo.

Articoli Correlati

Il bicarbonatocontro il cancro?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità

Il tetano si prendedalla ruggine?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità

Bere solo birrafa meno male?

Le bufale sulla salute svelate su Metro dall'Istituto Superiore di Sanità