Inflazione in frenata per lo stallo dei consumi

  • Istat

ROMA Frena ancora e torna sotto la soglia dell’1% su base annua l’inflazione a gennaio. L’indice per l’intera collettività calcolato dall’Istat, al lordo dei tabacchi, registra infatti un aumento dello 0,1% su base mensile e dello 0,9% tendenziale, in rallentamento dal +1,1% di dicembre 2018. Il dato annuo è il più basso da aprile 2018. Il calo dell’inflazione rispecchia la fase di stallo dei consumi delle famiglie e la situazione di crisi del commercio. Intanto l’Istat ha rivisto i prodotti del paniere di riferimento per la rilevazione dei prezzi al consumo: escono il supporto digitale da registrare e la lampadina a risparmio energetico, entrano la bici elettrica, lo zenzero e la web tv. Perplessità delle associazioni dei consumatori sulla «incomprensibile riduzione di peso per il comparto trasporti».

Governo: «Nessuna patrimoniale»

La presidenza del Consiglio ha smentito «categoricamente l’intenzione di intervenire con una tassa riguardante il patrimonio immobiliare». Palazzo Chigi ha precisato che «l’illazione, alimentata da alcuni mezzi di informazione, è assolutamente infondata».

METRO

Articoli Correlati

Istat, cala la fiduciadi consumatori e imprese

Ad aprile l’indice del clima di fiducia dei consumatori si stima in diminuzione per il terzo mese consecutivo

Famiglie, giù il reddito Debito al 132,1% del Pil

Istat, reddito in calo. Debito al 132,1% del Pil, in aumento rispetto al 131,1% del 2017

Netto calo della fiduciadi consumatori e imprese

Istat: a dicembre peggioramento generalizzato del clima di fiducia. Confesercenti: futuro buio