Il ct Mancini esalta Zaniolo e Cutrone

  • Nazionale

CALCIO Il sorriso del Mancio, al secolo Roberto Mancini, si apre quando parla di Zaniolo, simbolo dell’Italia che verrà: «L’avevamo seguito agli Europei Under 19 e avevamo capito che poteva essere un giocatore vero. È stato molto veloce a crescere, ha tutte le caratteristiche del centrocampista moderno. Migliora partita dopo partita. Bisogna però lavorare sodo, perché mantenersi al top non è facile». La strada è comunque tracciata, insieme a Donnarumma e non solo: «Giocatori bravi e giovani ce ne sono», ha continuato il Mancio, ieri al raduno di Coverciano, «se riuscissero a mettere insieme più partite ad alto livello, migliorerebbero ancora di più. Cutrone? Avrà un grande futuro in Nazionale: se non c’è oggi, ci sarà al prossimo raduno. Chiesa? Ha ancora poche partite in serie A: più gioca e più migliorerà».

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

Per Euro 2020la Nazionale sfida Grecia e Bosnia

Gli azzurri in campo sabato ad Atene e martedì a Torino. Verratti ottimista

Politano in extremissfata il tabù azzurro

Al 94' segna e l'Italia batte gli Usa. Ottimo l'esordio di Sensi e di Grifo. Mancini: «Per andare all'Europeo dovremo vincerle tutte»

Una punta e meno errori L'Italia anti-Portogallo è fatta

Insigne: «bisogna essere più cinici». Mancini cambia: dentro una punta di ruolo, Immobile