Di Maio: "Tav supercazzola Diciotti? M5S non ha deciso..."

  • tensione nel governo

Sulla Tav continua a crescere la tensione nel governo. "Alla fine la Tav non si farà. Il tema non è il ridimensionamento dell'opera, se parliamo di ridimensionamento parliamo di una supercazzola", ha detto il vicepremier Luigi Di Maio. "Per me valgono le priorità e in questo governo ce lo siamo detto chiaramente, dall'inizio. Ci sono cose su cui siamo d'accordo e altre cu cui non siamo d'accordo. Lavoriamo su quelle su cui siamo d'accordo. Altrimenti mi devo convincere che si continua a spingere su temi su cui non siamo d'accordo per creare tensioni nel governo. Io non lo consiglio", ha aggiunto Di Maio. Aggiungendo che sul caso Diciotti il M5S non ha ancora deciso:  "Noi nella nostra storia non abbiamo mai votato per utilizzare le immunità parlamentari" ma il caso Diciotti "è un po' diverso. Per quello che mi riguarda, il riferimento sono i senatori che sono nella giunta per le elezioni e che seguiranno il procedimento ascoltando le audizioni. Per quanto mi riguarda so bene che il voto arriverà non questa settimana ma fra qualche settimana. Non abbiamo mai votato per utilizzare le immunità, questo è un caso diverso dalle immunità ma non per questo abbiamo già deciso", ha aggiunto Di Maio. 

Salvini: "Non siamo al mercato".  "Non siamo al mercato dove io ti do questo e tu mi dai quest'altro, è roba roba di vecchi governi. Io non ho bisogno di aiutini. Io ho fatto il ministro: blocco gli sbarchi, sveglio l'Europa e fermo morti e partenze. L'ho fatto, lo farò. Poi sulla Tav aspettiamo i numeri", ha detto Matteo Salvini.