L'Inter cede ai rigori In semifinale ci va la Lazio

  • Coppa Italia

CALCIO La Lazio batte l’Inter nel finale. Ma proprio nel finale, cioè dopo una serie infinita di calci di rigori. L’errore decisivo dal dischetto è  dell’ex romanista Radja Nainggolan: Leiva, che ha tirato dopo di lui, ha chiuso la partita. E la Lazio in questo modo è in semifinale.
 E dire che l’Inter il suo miracolo lo aveva fatto. Andata sotto 1-0 all’inizio del secondo tempo supplementare aveva acciuffato il pari all’ultimo secondo di gioco con un rigore segnato da Icardi per un contatto tra D’Ambrosio-Milinkovic segnalato dal Var.
    «Se c’era una squadra che doveva vincere quella era la Lazio - ha commentato Ciro Immobile a fine gara - con questa vittoria ci siamo ripresi anche quel che abbiamo perso domenica (contro la Juventus, ottima gara ma persa, ndr)». È stata una bella partita, sempre tonica, con molte emozioni e ribaltamento di fronti. nel primo tempo molto meglio la Lazio (l’Inter nell’intervallo è uscita dal campo tra i fischi), nella ripresa una buona Inter. Espulso Asamoah, andato  dritto sulla caviglia di Milinkovic. Espulso anche Radu per proteste. E con loro il tecnico della Lazio,  Simone Inzaghi, in preda al trance agonistico (dopo una clamorosa occasione di Lautaro Martinez).    
Le migliori occasioni sono arrivate nel finale.  Spalletti, “tradito” dal dischetto  dal suo pupillo, a fine gara era  una maschera:  la sua Inter dopo la Champions League  ha visto sfumare un obiettivo importante. La Lazio invece fa festa: ora se la vedrà con il Milan.

Articoli Correlati

Lazio-Milan 0-0Il verdetto a San Siro

Coppa Italia: 0-0 nella semifinale d’andata tra i biancocelesti ed il Milan. Verdetto a San Siro

Lazio-Milan, primo roundBiancocelesti, sos infortuni

Semifinela d'andata stasera all'Olimpico: Inzaghi deve fare a meno di parecchie pedine. Gattuso spera di approfittarne

Atalanta-Juventus 3-0Bianconeri, addio Coppa e triplete

L'Atalanta affonda una Juventus brutta ed impallata. Strepitoso Zapata, per una sera meglio di Ronaldo