"Testimoni di testimoni" A Roma mostra multisensoriale

  • GIORNATA DELLA MEMORIA

Nella settimana della Memoria, un'esperienza a 360 gradi per raccontare il dramma della Shoah. Aprirà domani al pubblico e sarà visibile fino al 31 gennaio la mostra "Testimoni di testimoni", un'esposizione pensata dai ragazzi che hanno partecipato ai viaggi della memoria organizzati da Roma Capitale e realizzata dal collettivo studio azzurro. A raccontare la genesi della mostra durante una conferenza stampa è stata il sindaco di Roma: "Tutto è nato da un viaggio della memoria, nel 2016 il primo della nostra amministrazione. I viaggi della memoria sono esperienze molto drammatiche e intense che portano i ragazzi dentro i campi di sterminio con i testimoni. Il Viaggio è qualcosa che ci cambia profondamente, è un dolore lacerante , un pugno allo stomaco. Quella prima sera è nata la volontà non solo di fare un racconto, ma di viverlo e così è nata questa idea. La nostra richiesta è stata quella di farli diventare 'testimoni dei testimoni'". E nella sala centrale dello spazio espositivo della mostra sono proprio loro i ragazzi, i 'testimoni dei testimoni' in diversi videopannelli a raccontare l'esperienza, mentre poggiando la testa al muro si possono ascoltare le voci e i racconti di Alberto Mieli, Sami Modiano, Elisa Springer ed altri sopravvissuti ai campi di sterminio che negli anni hanno tramandato quella tragedia nelle scuole italiane e durante i viaggi della Memoria. Prima di entrare si viene chiusi per otto minuti dentro un vagone di legno al buio, mentre dalle casse alle parole di Hitler si alterna il rumore del treno chi si muove. Poi c'è la voce di Mussolini, il discorso sulla razza a Trieste, che si sovrappone a un treno che va e che ve viene e dei cani che latrano. 

Acea. Acea sostiene la mostra 'Testimoni dei Testimoni. Ricordare e raccontare Auschwitz', comunica l'azienda. Il progetto è inserito nella terza edizione di 'Memoria genera Futuro', serie di eventi volti a ricordare e a stimolare un confronto sulla Shoah e sulla Memoria". 

Multisensoriale.“Testimoni dei Testimoni” è un percorso multisensoriale che nasce da un’idea di alcuni studenti delle scuole superiori romane che hanno visitato il campo di sterminio di Auschwitz durante il Viaggio della Memoria, organizzato da Roma Capitale con la partecipazione della Comunità Ebraica. Questa esperienza ha ispirato la mostra, allestita con la collaborazione di Studio Azzurro, gruppo di artisti specializzato nell’utilizzo dei nuovi media e nella narrazione collettiva. Nello spazio del Palazzo delle Esposizioni, le testimonianze dei sopravvissuti registrate su supporti multimediali immergono il visitatore nelle esperienze vissute in quei luoghi, riducendo così la distanza che ci separa dalle pagine dei libri di storia. "Per Acea, sostenere la mostra 'Testimoni dei Testimoni' è una ulteriore occasione per ribadire la piena adesione a valori che da sempre sono nella filosofia del gruppo: la solidarietà, l’inclusione e la non discriminazione".

Articoli Correlati
GIORNATA DELLA MEMORIA

"Così, bambino, fuggiidal ghetto di Varsavia"

La storia di Stefano, 81 anni, che miracolosamente si salvò, con la madre, e riabbracciò il padre in Italia. Da dove non si mosse più
GIORNATA DELLA MEMORIA

Il caso Kaufmannalle origini del male

Un libro di Giovanni Grasso ricostruisce in un romanzo la storia delle persecuzioni naziste degli ebrei fin dall'inizio nel 1933 a Norimberga
GIORNATA DELLA MEMORIA

«Vi obbligo a inchinarvi alle vittime dei lager»

Intervista con l'artista Gunter Demnig, inventore delle pietre d'inciampo