Pioltello, il ricordo e la rivendicazione

  • pioltello

MOBILITA' Un distintivo per ricordare Pierangela Tadini, Ida Maddalena Milanesi e Alessandra Pirri, le tre pendolari morte nel disastro ferroviario di Pioltello del 25 gennaio 2018. Venerdì ricorrà il primo anniversario del deragliamento del treno 10452 che da Cremona portava il suo carico di studenti e lavoratori a Milano e tutti i comitati pendolari si sono mobilitati per far sì che quel disastro non venga dimenticato. Quel giorno Comitati, Associazioni e istituzioni viaggeranno insieme sul treno 10452, che effettuerà anche una fermata straordinaria a Pioltello. Ma, oltre alla commemorazione, quella giornata  intende essere anche un monito «perché tutti i pendolari in Lombardia da anni vivono una condizione non dignitosa». «È una richiesta forte ancora una volta alla Regione Lombardia, a Trenord, a RFI di mettere al centro la sicurezza e la qualità del viaggio di tutti coloro che usano il treno», scrivono i comitati sul loro sito (www.comitatopendolari.com). Sempre dal sito è scaricabile il badge «da utilizzare sui propri social, come immagine di profilo per la giornata, oppure da stampare e appuntare alla propria giacca o da mostrare al capotreno durante il controllo abbonamenti e biglietti». I comitati hanno realizzato anche un “motivo” da applicare alla propria foto di Facebook, scaricabile attraverso l’hashtag #intrenoconnoi. ANDREA SPARACIARI

Articoli Correlati

Pioltello, in 11rischiano il processo

Pioltello, i pm di Milano hanno chiuso le indagini per disastro ferroviario colposo

Altri 4 indagati di Rfiper l’incidente di Pioltello

Al via le autopsie sui corpi delle tre vittime. Vertice in Procura per fare il punto sulle indagini

Primi quattro indagatiper l’incidente a Pioltello

Disastro ferroviario colposo. Atto dovuto per consentire ai manager di Rfi e Trenord di nominare dei propri consulenti