Creati per la prima volta vasi sanguigni umani

  • sistema circolatorio

Un gruppo di scienziati ha creato in laboratorio, per la prima volta, vasi sanguigni umani perfetti. Questo potrebbe avere un impatto importantissimo sulla ricerca di nuovi trattamenti contro una serie di problemi vascolari, incluso il diabete. Permetterà infatti di studiare e testare nuovi farmaci molto più facilmente. "Essere in grado di costruire vasi sanguigni umani come organoidi a partire da cellule staminali è un punto di svolta", dice l'autore senior dello studio Josef Penninger, direttore del Life Sciences Institute presso la University of British Columbia. "Ogni singolo organo nel nostro corpo - continua - è collegato al sistema circolatorio. Questo potrebbe potenzialmente consentire ai ricercatori di svelare le cause e i trattamenti per malattie vascolari, come il morbo di Alzheimer, le malattie cardiovascolari, i problemi di guarigione delle ferite, ictus, cancro e, naturalmente, il diabete".

Vasi sanguigni umani. Per riuscire nell'impresa, i ricercatori hanno sviluppato un metodo per coltivare "organoidi" tridimensionali di vasi sanguigni umani, utilizzando una capsula di Petri. Un organoide è una struttura tridimensionale derivata da cellule staminali che imita un organo e che può essere utilizzato per studiare gli aspetti di quell'organo in una capsula di Petri. Questi cosiddetti "organoidi vascolari" possono essere coltivati usando le cellule staminali in laboratorio e sembrano in grado di imitare in modo sorprendente la struttura e la funzione dei veri vasi sanguigni umani.