Minacce e svastica a Mentana e altri giornalisti

  • giornalisti

"Presto vi puniremo, sappiamo tutto di voi, punirvi è un dovere". E' quanto scritto a mano in stampatello in una lettera fatta arrivare a Enrico Mentana, e che lo stesso direttore del Tg di La7 ha pubblicato su Instagram. La lettera è firmata con un "Boia chi molla" e il disegno di una svastica. Oltre che a Mentana, l'anonimo fa riferimento ad altri giornalisti "i vari Giannini, Floris, Formigli, Damilano", definendoli "la crema dei leccaculo". 

"Bava contro chi è stato eletto dal popolo".   "La tua enfasi che ti fa venire la bava contro chi è stato eletto dal popolo è vomitevole", esordisce la lettera. "Siete degli sfascisti che sperano che si affondi come hanno fatto i vostri padri assassinando molti soldati in Africa", e ancora "Acqua e non benzina, pietre e non pane, per non parlare di via Rasella". Inoltre: "Vogliamo parlare di Gruber, Fanuele, ecc. puttane da casino di 2^ categoria (30 euro). Vi seguiamo tutti i giorni. Siamo impegnati all'estero". 

Articoli Correlati

Di Maio, atti trasmessial Consiglio di disciplina

il vicepremier Di Maio, anche lui iscritto all'Ordine come pubblicista, aveva parlato di "infimi sciacalli"