Buon compleanno, Michael Schumacher

  • Piloti

PILOTI L'incidente risale ormai a cinque anni fa, quando nel 2013 il campione rimase ferito sugli sci nelle Alpi francesi. Da allora le cure mediche e l'affetto della famiglia hanno fatto scudo attorno alla privacy dell'ex pilota Ferrari che, come più volte rivelato da chi gli è vicino, continua a lottare per tornare ad una vita normale. Ce la farà? Tutti se lo augurano, intanto però il tempo passa, ma a Maranello nessuno ha dimenticato lo sfortunato tedesco.

Non a caso il Museo Ferrari ha deciso di dedicare una mostra speciale a Michael Schumacher che aprirà in occasione del giorno del suo 50° compleanno, il 3 gennaio 2019. Una celebrazione e un segno di gratitudine per il pilota del Cavallino Rampante più vincente di sempre. Schumacher ha da sempre un posto speciale nella storia della Ferrari che è stata segnata dai suoi tanti record. In undici stagioni, infatti, dal 1996 al 2006, il campione tedesco ha conquistato cinque titoli piloti consecutivi, dal 2000 al 2004, portando sei titoli costruttori alla Scuderia Ferrari. Nelle sale del Museo si ripercorreranno, naturalmente, quelle stagioni memorabili che il sette volte campione del mondo ha fatto vivere al "popolo" ferrarista e che hanno creato un mito oggi più grande che mai nel cuore di tutti i tifosi della “rossa”. La mostra, inoltre, permetterà di scoprire anche il fondamentale contributo che Michael ha dato anche in termini di sviluppo delle vetture GT "stradali" del Cavallino nei suoi anni a Maranello, prima come pilota e in seguito come consulente. La mostra “Michael 50” è stata realizzata in collaborazione con la Fondazione Keep Fighting.

CORRADO CANALI