Odissea sulla Metro A nuovi disagi a Barberini e Spagna

  • ROMA METROPOLITANA

ROMA Si è chiusa con nuovi disagi, la settimana nera per i viaggiatori che utilizzano la linea A della metropolitana a Roma. Nel pomeriggio di domenica 16 dicembre infatti sono stati nuovamente chiusi gli accessi alle fermate Barberini e Spagna, che nei giorni scorsi sono stati aperti a singhiozzo. A Barberini, il servizio è tornato regolare intorno alle 20, dopo un'ora e mezzo di stop.

Le limitazioni sono dovute al monitoraggio e alle riparazioni delle scale mobili che Atac ha avviato all'indomani del guasto che lo scorso 23 ottobre provocò diversi feriti tra i tifosi del CSKA Mosca proprio per il cedimento di una scala automatica alla fermata Repubblica. Questa stazione è chiusa da allora, sotto sequestro giudiziario. Nel frattempo la municipalizzata dei trasporti ha affidato lavori straordinari di manutenzione su tutti gli impianti di questo tipo nella linea A, in primis nelle fermate più centrali, che hanno subito le limitazioni dall'11 dicembre.

Venerdì 14 dicembre Barberini era fruibile solo per i passeggeri in uscita, mentre l'ingresso è rimasto interdetto. Sabato 15 dicembre, è tornata in funzione anche in entrata, fino allo stop temporaneo di domenica pomeriggio.

Sabato 15 dicembre invece, la fermata Spagna è stata riaperta ma solo per i passeggeri in entrata, ma come detto è stata chiusa nuovamente il giorno successivo.

In questi giorni, le tre fermate sono state servite da bus navetta sostitutivi.

 

 

Articoli Correlati
ROMA METROPOLITANA

Spinta sotto la metrol'indagato resta in carcere

L'uomo ha ammesso le sue responsabilità. Per lui si profila una perizia psichiatrica. Stazionarie le condizioni della donna
ROMA METROPOLITANA

Metropolitane al limiteNecessario un miliardo

Paolo Omodeo Salè: “A rischio la sicurezza”. Sulla linea C: “Sarà ultimata in tempo per le Olimpiadi del 2024”
ROMA METROPOLITANA

Metro C: entro l'estatela tratta fino a Lodi

La data comunicata ieri in Commissione. Improta: “Metro C pagherà le penali per i ritardi accumulati”