La catastrofe del Diavolo

  • Europa League

CALCIO Il nuovo Milan targato Elliott è già fuori dall’Europa e Atene questa volta non porta bene. La clamorosa sconfitta per 3-1 in casa dell’Olympiacos nell’ultima giornata della fase a gironi condanna i rossoneri all’eliminazione dall’Europa League. I gol di Cissè e Zapata (di cui uno, purtroppo, autogol) e un rigore quanto meno generosamente concesso realizzato da Fortounis, consentono ai greci di agganciare i rossoneri al secondo posto della classifica del girone F e passare il turno grazie alla migliore differenza reti. Una partita incredibile, una serata amarissima per Gattuso e i suoi ragazzi che hanno sciupato troppe occasioni e pagato a caro prezzo anche una discutibile condotta arbitrale. È mancato un po’ di coraggio ai rossoneri, pur avendo là davanti Castillejo, Higuain e Cutrone; troppo attendisti e mai veramente padroni del campo. Con la beffa finale, oltretutto, dei continui palloni buttati in campo per disturbare il tentativo di segnare nel recupero il gol della disperazione. Gattuso è onesto: «Torti arbitrali? La partita l’abbiamo regalata. Così è giusto uscire». Ora resta il campionato e un 4° posto da difendere. Oggi intanto è prevista la sentenza UEFA sul Fair Play Finanziario, altro possibile boccone amaro da ingoiare.

METRO

Articoli Correlati

La finale di Europa Leagueparla solo inglese

Il Chelsea di Sarri passa all'ultimo rigore. Una tripletta di Aubameyang promuove l'Arsenal.

Napoli-Arsenal 0-1L'Italia esce dall'Europa

Il Napoli, unica squadra rimasta in corsa dopo l’eliminazione shock della Juventus dalla Champions League, perde anche in casa contro i Gunners

Arsenal-Napoli 2-0Gli azzurri ko all'Emirates

Va ai Gunners il primo atto dei quarti di finale di Europa League mentre ai partenopei, soprattutto nel primo tempo, "mancano" tutti i suoi big