«La mia missione è divertire il pubblico»

  • Vincenzo Salemme Antonella Cioli

MILANO Nelle ultime due stagioni teatrali ha battuto ogni record d’incasso con la sua commedia “Una festa esagerata”. Ora Vincenzo Salemme porta in scena, da stasera al 1° gennaio, al Manzoni una nuova divertentissima pièce, “Con tutto il cuore”, di cui è autore, regista ed interprete.

«Il mio nuovo spettacolo – ha spiegato Salemme – sarà ancora una commedia. Nel senso più scolastico della parola. Perché anche stavolta, come nella mia precedente Una festa esagerata, vorrei che il pubblico si divertisse molto». Al centro della vicenda, che vede impegnati sul palco, tra gli altri, anche Domenico Aria, Vincenzo Borrino, Antonella Cioli e Sergio D’Auria, c’è un piccolo uomo, il mite insegnante di lettere antiche Ottavio Camaldoli, che subisce un trapianto di cuore, ma non sa che il cuore gli è stato dato in dono, è quello di un feroce delinquente, Pasquale Mangiacarne, morto ucciso. Costui, prima di morire ha sussurrato alla mamma, feroce quanto lui, le sue ultime volontà: «che il proprio cuore possa continuare a pulsare anche dopo la sua morte, affinché colui che lo riceverà in dono possa vendicarlo».

Ma il povero Ottavio, pur avendo effettivamente cambiato il cuore, non ha modificato il suo carattere e non ha nessuna intenzione di trasformarsi in assassino. Assillato però dalla prepotenza della mamma di Mangiacarne, Ottavio sarà costretto, col passare dei giorni, a diventare un duro e un cinico (Info: teatromanzoni.it).