Fontana ai pendolari «Fate un sacrificio»

  • Milano

REGIONE Ieri, nel primo giorno in cui i pendolari hanno dovuto fare i conti con i tagli di alcune corse, sostituite con autobus, il presidente Fontana è intervenuto per dire: «Prima di protestare bisogna vedere le risposte che danno questi mezzi sostitutivi. Mi rendo conto che bisogna fare qualche piccolo sacrificio. Noi abbiamo sicuramente delle manchevolezze strutturali, alle quali non possiamo dare delle risposte in pochi mesi, ma per comprare e costruire dei vagoni e dei nuovi treni, ci vogliono anni». Manchevolezze, quindi, che, «per due anni rimangono e continueranno a esistere». Ha continuato Fontana: «Abbiamo cercato di studiare un progetto che penalizzasse il minor numero di persone possibili su tratte che possano essere opportunamente sostituite da viaggi su pullman. È chiaro che ci saranno dei disagi, speriamo che siano contenuti e speriamo che la gran parte di quei lavoratori e di quelle oltre 750mila persone che tutte le mattine usano i treni per recarsi sul posto di lavoro, possano a loro volta avere una risposta migliore rispetto a quella che hanno avuto fino ad oggi».
La conclusione del presidente della Regione è: «Dobbiamo aspettare che Rfi ci dia i tempi degli interventi sulle reti, perché una parte della difficoltà dipende proprio dalle reti, che sono mancanti e arretrate».

NOVA

Articoli Correlati

Il gioco horror fa una vittima vera

Si sfonda un pavimento, cade una ragazza

Mazzette e favoriall'Ortomercato: 3 arresti

Ai domiciliari l'ex dg della Sogemi, Zani, e due referenti del consorzio di facchinaggio Ageas

Decisi gli Ambrogini d'oroPenati e Borrelli alla memoria

Tra i premiati Emilio Isgrò, celebre artista concettuale