Milan-Torino 0-0 Rossoneri, occasione persa

  • Calcio

CALCIO  Milan-Torino finisce a reti bianche: con l’Inter sconfitta dalla Juventus e con Lazio e Roma impantanate da due rocamboleschi pareggi, il Milan aveva la ghiottisima opportunità di avvicinare il terzo posto difeso dai nerazzurri ed allungare sui biancocelesti e sui giallorossi. Ma l’ha sprecata.  Il Torino nel frattempo tocca quota 22 punti, ed è in piena zona Champions. Meglio i granata nel primo  tempo, meglio il Milan nel secondo: il pareggio è un risultato sostanzialmente giusto.

Partenza in quarta
Davvero un bel primo tempo ieri a San Siro, con il Torino che non t’aspetti che parte in quarta, creando diverse occasioni da gol sventate da un Donnarumma in formato mundial. Davvero buona la  prestazione della banda Mazzarri che per la prima mezz'ora è riuscita a chiudere ogni spazio ai rossoneri nella propria metà campo. Il Milan comunque, dopo gli affanni imprevisti patiti all’inizio, è venuto fuori alla distanza e nel finale di primo tempo ha avuto più volte l’occasione di portarsi in vantaggio sprecando soprattutto con Higuain, a secco da 42 giorni, in un caso clamorosamente egoista (non passa la palla a Suso, libero). Qualche brivido sul var: dopo le polemiche di Roma-Inter, ecco un presunto tocco di mano in area di Nkoulou su tiro di Higuain: Orsato stavolta si prende il tempo di visionare lo schermo a bordocampo e decreta che no, non c’è rigore.
Reazione rossonera
Il Milan è uscito fuori con forza nel secondo tempo, costruendo azioni pericolose a raffica (con Suso ed Higuain, poi nel finale Cutrone ha sbagliato un gol già fatto), mentre il Toro colpiva con ripartenze micidiali. Mazzarri ha anche provato a  vincerla, la gara, inserendo Zaza (per Iago Falque). «Ci manca solo il gol - è stato possibile leggere dal labiale di Mazzarri - vai e fallo!». Ma non è stato così. Anzi, Al 92’ Higuain intercetta un cross di Kessie ed incorna trovando la respinta quasi sulla linea di Djidji. Ma alla fine è stato pareggio.      

Articoli Correlati

Mondiali 2022, in Qatargiocheranno 32 squadre

Nessun aumento a 48 squadre per i Mondiali di calcio del 2022 in Qatar

Roma, pista qatariotaSarà un "investimento forte"

Contatti tra il club ed il presidente del del Qatar Sports Investments e del Psg, Nasser Al-Khelaifi. Ma Pallotta smentisce

Finali europeeCosì i club si preparano

Il Liverpool è a Marbella, in Spagna, per acclimatarsi. Il povero Chelsea di Sarri è dovuto andare in America per onorare un vecchio impegno