È allarme rapine otto colpi in una notte

  • Milano

SICUREZZA Una notte di rapine quella tra sabato e domenica scorsi. Otto i colpi messi a segno, sette tra Centrale e Garibaldi, mentre la settima è avvenuta in zona Ripamonti. Autori di quest’ultima quattro minorenni e un 18enne che, verso le 4,30, armati di coltello, in via Corrado il Salico hanno obbligato due ragazzi di 22 e 23 anni a consegnare smartphone e soldi. La baby gang - quattro i nati in Italia da genitori nord africani e uno, il maggiorenne, egiziano - è stata arrestata. Una vero record le rapine registrate tra le 4,18 e le 5,33 di domenica. Il primo allarme è suonato in via Pirelli, dove un 38enne è stato costretto da un uomo armato di cacciavite a prelevare contanti al bancomat e a consegnare il portafogli. Alle 4.50 in via de Tocqueville, un 30enne è stato aggredito da tre persone che gli hanno preso il telefono dopo averlo picchiato. Alle 5.17, in via Aporti,  un 19enne, minacciato con un coccio di bottiglia, ha dovuto consegnare a due individui giubbotto e cellulare. 
Un minuto dopo in viale Pasubio, rapinato del cellulare un 20enne belga. La quinta vittima è stata una ragazza 24enne, rapinata da un uomo armato di coltello. In via Vitruvio alle 5.33, un 35enne è stato aggredito da tre persone che lo hanno derubato. Infine, in piazza Lima tre donne e due uomini di origini nordafricane son state arrestate per aver rapinato una coppia a bordo del bus Notturno M25.

Articoli Correlati

Piazza Fontana, 50 anni dopo Milano non dimentica

Il tributo alle vedove delle 17 vittime e a Licia Pinelli e Gemma Calabresi

Sala: «Milano chiede scusaalla famiglia Pinelli»

Una targa e un albero per ricordare l'anarchico morto 3 giorni dopo la strage di Piazza Fontana

Primi passi per il MeetAperti gli uffici, via ai primi workshop

Il centro di cultura digitale ha lanciato una call per artisti