Mosca dedica piazza alla spia Kim Philby

  • Guerra fredda

Russia A Mosca uno slargo è stato dedicato a quello che è considerato in Gran Bretagna il «più grande traditore della Guerra Fredda», la spia doppiogiochista che tramite i vari incarichi affidatigli da Londra per 30 anni passò informazioni top secret ai sovietici ed ispirò film e romanzi, Kim Philby. Piazza Kim Philby - vissuta da Londra come una provocazione - è comparsa i primi di novembre nel quartiere di Yasenovo, sud-ovest della capitale, per volere del sindaco Serghei Sobyanin, tra i più stretti alleati del presidente Vladimir Putin. Ma l’agente segreto inglese - che fuggì in Urss nel 1963, quando intuì che stava per essere scoperto - aveva sempre vissuto in centro fino alla sua morte nel 1988. Ma a pochi metri si trova il quartier generale del Servizio di Spionaggio esterno.