Toninelli esulta col pugno e in Senato è bagarre

  • decreto genova

Nuova gaffe del ministro dei Trasporti e Infrastrutture, Danilo Toninelli, che ha esultato con il pugno, subito dopo l'approvazione del dl Genova e nell'Aula del Senato facendo scoppiare la bagarre.    Il clima a Palazzo Madama, già teso in precedenza, si scalda con la capogruppo FI, Anna Maria Bernini, che accusa: "Toninelli ha alzato il pugno durante l'approvazione. Non venga piu in quest'aula ad alzare i pugni! Non glielo permetteremo". Il capogruppo M5s, Stefano Patuanelli, difende il collega M5S: "Penso che un piccolo gesto di giubilo dopo l'approvazione di un decreto cosi importante restituisca si' dignita' a Genova. Toninelli non ha fatto gesti volgari ne' inopportuni".   

Casellati.  Più volte il presidente del Senato, Elisabetta Alberti Casellati, ha cercato di ripristinare l'ordine: "Mi dicono che Toninelli avrebbe gesticolato in modo non molto commendevole per un ministro e io devo necessariamente riprendere certi atteggiamenti non commendevoli - ha rimarcato - che non possono essere riprodotti in questa aula. Invito tutti ad avere un comportamento corretto per rispetto delle istituzioni. Questa prova di indisciplina non vi fa onore".

Articoli Correlati

Decreto Genova è leggedopo bagarre al Senato

Ok al Dl che contiene anche il condono per Ischia. Polemiche per l’esultanza di Toninelli