Si rifiuta di vaccinarsi licenziata un'ostetrica

  • Vaccini

MACERATA Licenziata in tronco per “giusta causa” dall’ospedale di Macerata l’ostetrica che, nonostante diversi solleciti, si è rifiutata di sottoporsi alla vaccinazione. L’obbligatorietà è stata recepita dalla Regione Marche nel maggio 2017 e riguarda gli operatori sanitari impiegati in reparti a rischio. La direzione sanitaria aveva chiesto più volte alla dipendente di vaccinarsi, l’ultima volta dandole 20 giorni di tempo scaduti i quali è scattato il licenziamento. «Un sanitario che rifiuta le vaccinazioni non solo è un ignorante non scusabile, ma è qualcosa di vicinissimo a un criminale», ha commentato il virologo Roberto Burioni. Intanto la procura di Salerno ha indagato una coppia di genitori che avrebbero dichiarato falsamente alla scuola che il proprio figlio era in regola con le vaccinazioni per frequentare le lezioni. L’ipotesi di reato è falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico.

METRO

Articoli Correlati

"Vaccini? L'Italia smettadi dibattere su fake news"

il commissario europeo alla Sanità Vytenis Andriukaitis

Licenziata una ostetricache rifiutava di vaccinarsi

Licenziata in tronco per giusta causa dall'ospedale di Macerata

Bari, morbillo in ospedaleForse focolaio da bimba No Vax

Bari, 8 casi nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII