I Subsonica live fra gli Amici di Piero

  • Torino/Musica

TORINO Ormai è una piccola grande tradizione. Un concertone benefit, “Gli amici di Piero”, in memoria di Piero Maccarino, cantante e fonico scomparso nel 1999 a causa di un male incurabile. Da allora ad oggi ogni anno (questa è la 20esima edizione) musicisti torinesi e non si ritrovano a titolo gratuito per una maratona live a cavallo fra stili e generi, dal punk al rock, dal reggae al soul, dal rocksteady al blues e all'hip hop. Il tutto servirà a raccogliere fondi per l’Unione Genitori Italiani, attiva all’interno dell’ospedale Regina Margherita a sostegno dei bambini malati di leucemia, e per la Fondazione Caterina Farassino, che opera per i bambini in condizioni economiche disagiate.

Stavolta la manifestazione si svolgerà alle OGR (che contribuiscono all’iniziativa ospitando la serata a titolo gratuito) per una lunga notte, dalle 20 alle 2 del mattino (euro 15), in cui tutti i gruppi si esibiscono gratuitamente e senza gerarchie né diritti di precedenza, in memoria dell’amico Piero.

La serata, presentata da Domenico Mungo & Mao, porterà sul palco una lunga serie di artisti, a partire dai Subsonica, che a Maccarino hanno dedicato il loro secondo album, “Microchip emozionale”. Così come hanno fatto i paladini dello ska torinese Statuto con “Un fiore nel cemento”, brano uscito nel 2005.

Il cast comprende anche i rockettari Linea 77, l'incontro fra Johnson Righeira e Bandakadabra, The Bluebeaters, il cantautore Bianco, un gruppo storico dell'area alternativa milanese come i Casino Royale, Less Than A Cube e Gypsy Eyes

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

L’energia e la velocità di Peter Bence

Il pianista ungherese starà questa sera in concerto al Teatro Colosseo

L’EP Ending firmato da Esma

Il cantautore torinese presenta stasera al Jazz Club, con ingresso gratuito, il suo nuovo lavoro

Motta incontra l’Africacon Les Filles

Domani al Parco della Musica live con Les Filles des Illighadad, donne che fanno musica tuareg