Ancora botte all'arbitro Lazio, i fischietti dicono basta

  • Calcio

CALCIO Gli arbitri del Lazio si fermano: è la protesta contro l'ottavo episodio di violenza dall’inizio della stagione. La goccia che ha fato traboccare il vaso c’è stata domenica a Roma, nel quartiere di San Basilio, durante una gara del campionato di Promozione, quando un arbitro è stato preso a schiaffi ed è caduto per terra, battendo la testa.  L’ asociazione italiana arbitri ha quindi deciso «una presa di posizione forte e decisa per sollecitare un momento di riflessione da parte di tutti sulla violenza nel calcio». Nessun direttore di gara sarà inviato questa settimana sui campi delle partite in programma nei campionati dilettanti del Lazio. Marcello Nicchi, presidente dell’Aia, farà parlare i fatti. La gara finita sotto i riflettori, domenica, era quella tra Virtus Olympia e Atletico Torrenova. 

Articoli Correlati

Inter, ecco Marotta«La società con Spalletti»

Il primo giorno da ad sportivo dell'ex dirigente juventino. E la Cassazione respinge il ricorso della Signora sul titolo 2006

Astori, colpo di scenaindagati due medici

Per la morte improvvisa dell'ex capitano della Fiorentina Davide Astori: indagati due medici di Firenze e Cagliari che avrebbero firmato l'idoneità sportiva

Milan-Torino 0-0Rossoneri, occasione persa

È 0-0 nella sfida con cui il Diavolo poteva consolidare il quarto posto. Toro in zona Champions