Gemitaiz riempie la Concordia

  • Torino/Musica

TORINO Il rap italiano continua a sfornare personaggi interessanti. Uno dei nomi più forti del momento è Gemitaiz, che venerdì debutta al Teatro della Concordia di Venaria Reale col suo Paradise Lost Tour. Ed è già tutto esaurito. Segno che lo stile e la storia dell'artista, che si caratterizza anche per una voce roca e per il forte accento romano, ha colpito al cuore tanti fan. Così come i suoi brani, piccoli spaccati di vita vissuta, in equilibrio fra critica sociale e racconto personale, dove le rime scorrono fluide e azzeccate, e le basi mescolano elettronica e strumenti veri, con un uso attento della melodia. 

Dopo i buoni responsi di “Nonostante tutto”, Gemitaiz ha sfornato mesi fa un altro cd, se possibile ancora più autobiografico, a partire dal titolo, “Davide”, il suo vero nome di battesimo. Un lavoro che vanta collaborazioni con Coez, Achille Lauro e Fabri Fibra, da cui è tratto il recente singolo “Chiamate perse”. Il prolifico Gemitaiz, poi, ha da poco pubblicato un inedito, “Rollin’”, che non mancherà nella scaletta live. 

Nell’attesa ecco per stasera alle OGR il pianista e compositore jazz americano Jason Moran (ore 21, da euro 18.40), famoso per lo stile eclettico e le contaminazioni multimediali. 

Preferite il rock? Da non perdere allo Spazio211 il tris di concerti in cartellone per oggi (ore 21, euro 16), che vedrà sul palco Dead Meadow, Trans Van Santos e, soprattutto, i Nashville Pussy per una serata fra whisky, psichedelia, rock e buone vibrazioni.  

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Il Flowers Festival punta sulla società e schiera Gazzelle

Il 16 luglio Gazzelle sarà ospite del Festival

Il cuore pop di Giorgia batte al Pala Alpitour

Il tour prende il nome dal suo cd composto da cover

Coma_Cose al Concordia: «Ci piace contaminare»

Il duo presenta l’album d’esordio “Hype Aura”