La Lazio si riscatta e schianta la Spal: 4-1

  • Campionato

CALCIO La Lazio è tornata alla vittoria. E lo ha fatto con un netto successo per 4-1 sulla Spal, ieri, nell’anticipo delle 12.30 all'Olimpico. Merito, per cominciare, di una doppietta di Immobile, al 26’ e al 35’, dopo il momentaneo pareggio di Paolucci al 28’; poi nella ripresa la Lazio ha dilagato con due “perle” dalla distanza di Cataldi al 59’ e Parolo al 70’.

Insomma, dopo la batosta contro l’Inter, i biancocelesti si sono risollevati, issandosi al 4° posto e guardando con maggior fiducia al prossimo impegno di Europa League contro il Marsiglia, molto importante per definire le sorti del girone. Inzaghi, ai microfoni di Dazn, spende parole di elogio: «Abbiamo fatto una buona partita contro una buona squadra. Dopo il pareggio la squadra non si è disunita. Prima dell’Inter venivamo da tre vittorie consecutive, sapevamo che dovevamo riscattarci, sono stati bravi i ragazzi a preparare la partita in settimana. Abbiamo reagito nel migliore dei modi». Su Milinkovic-Savic, ancora a secco, aggiunge: «Da lui mi aspetto quantità e qualità. Abbiamo gli attaccanti per fare i gol. Lui ha abituato bene tutti quanti, sta crescendo di gara in gara, poi a venti minuti dalla fine ho deciso di inserire Berisha: è un altro giocatore importante».

La parola a Immobile, che è andato a segno sotto gli occhi di Mancini: «Troppe critiche dopo la sconfitta con l’Inter? Noi le accettiamo, non siamo scesi in campo da Lazio, però abbiamo dato un segnale di maturità».

METRO

Articoli Correlati

Inter all'ultimo respiroIn Champions con la Dea

Nerazzurri milanesi e orobici nell'Europa maggiore. Quanta sofferenza a San Siro contro l'Empoli, però. Amarezza Milan, pur vittorioso con la Spal

Zaniolo si sfogacontro «gli invidiosi»

Il talento risponde per le rime ai detrattori. Infermeria: Manolas arruolabile per il Cagliari

Colpaccio AtalantaVince e acchiappa il Milan

Gli orobici espugnano il San Paolo battendo il Napoli 2-1 in rimonta: ora sono a quota 56 assieme ai rossoneri