"Se non c'è crescita la colpa è solo del governo"

  • confindustria

"Prevedibile. L'abbiamo detto da tempo, l'economia globale comincia a rallentare, c'è una questione interna di un'Italia che deve reagire". Lo ha detto  il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a margine dell'assemblea degli industriali del Canavese, commentando le stime dell'Istat. "Il rallentamento dell'economia globale in funzione dei dazi degli Stati Uniti, il rallentamento complessivo della maggiore capacità di competizione industriale a partire dalla Cina, sono segnali che devono farci fare i conti su due questioni: una italiana e l'altra europea che per noi si chiama questione industriale".

"Colpa del governo". "C'è una divergenza di spiegazioni economiche in questo governo su cui bisogna cominciare a chiarire che se i risultati della crescita non ci saranno nei prossimi mesi - ha osservato ancora Boccia- è colpa esclusiva di questo governo e della politica economica che realizza, non di altre. Noi siamo a disposizione del paese e del governo per fare proposte intelligenti e di buon senso che non antepongano questioni ideologiche alle spiegazioni economiche di un grande paese come l'Italia".

Articoli Correlati

"Il reddito? Troppo alto,così scoraggia il lavoro"

Confindustria: "Livello troppo elevato di beneficio economico. Centri per l'impiego in difficoltà"

Boccia: "100% di impreseè contro questa manovra"

Il presidente di Confindustria: "Togliere soldi da reddito di cittadinanza e flat tax"

"Avviati alla decrescitama è tutto tranne che felice"

Il presidente di Confindustria, Boccia: "Potremmo ritornare alla crisi, Governo rifletta"