Bce, niente aiuti a Roma se sarà crisi di liquidità

  • manovra

Niente aiuti. La Banca centrale europea non potrà venire in aiuto dell'Italia se i suoi governi o il suo settore bancario dovessero essere a rischio di liquidità, a meno che il paese non rientri in un piano di salvataggio concordato con l'Unione europea. Lo hanno riferito fonti dell'Eurotower a Reuters. Secondo le stesse fonti, l'Italia per evitare una crisi del debito non potrebbe quindi contare sulla Banca centrale, perché le norme della Ue non consentono alla Bce di aiutare un paese se questo non ha gia' concordato un "programma" di salvataggio, ossia un tipo di salvataggio concesso in cambio di restrizioni stringenti e di pesanti riforme economiche.

Fiducia. Tra l'altro, riferiscono sempre le stesse fonti, qualsiasi tentativo di eludere tali regole danneggerebbe la credibilità stessa della Bce e minerebbe la fiducia nell'unione monetaria da parte dei paesi creditori. Qualora invece l'Italia assicurasse un salvataggio, la Bce potrebbe invece acquistare le sue obbligazioni sul mercato. 

Articoli Correlati

Accordo su pensionireddito di cittadinanza e pace fiscale

Accordo fra Lega e 5 Stelle per i provvedimenti da inserire nel decreto fiscale e nella legge di bilancio

Pensioni, quota 100scatterà da febbraio

La riforma della legge Fornero sulle pensioni

Manovra in dirittura Il governo va avanti

Ore decisive per definire i dettagli della programmazione economica da sottoporre alla Ue