E il cagnesco Kim-Trump diventò trottolino amoroso

  • Maurizio Guandalini

I toni. Abbassare i toni. Parlarsi. Mansueti. Dire a Juncker che non è brillo perché beve. Ma vivace di famiglia. Si sa, a Lussemburgo, che mattacchioni sono.  
Il cagnesco tra Kim Jong-un e Trump è scivolato nel mieloso scambio di lettere trottolino amoroso quanto il docile pronipote di quel cattivone di Hitler che stravede per la matrona Merkel. E noi ci perdiamo tra sputi e rutti da macho men con quei parrucconi da fine impero di Bruxelles. Che già sono incazzati di loro perché dovranno cambiare lavoro (ma non tutti perché bene che vada i sovranisti avranno 210 seggi su 751 al Parlamento europeo), ci vuole un minuto andare fuori di melone. E anche se fosse l’ultima cosa che fanno, la fanno. Torturarci. Con  i dispetti.  
L’animo umano crogiola in queste sane miserie. La vendetta. Muoia Sansone con i filistei. E gli sgarbi quotidiani sono così ripagati.
I toni contano. Perché è un colpisci e terrorizza psicologico. Di autorità. Professore e allievo. Attendere il proprio turno. Rispettare le gerarchie. 
 E se il Ministro Tria, con pane amore e fantasia presentava la manovra a Capri? Invitava i commissari senza far torto a nessuno. Rendendoli importanti. Attorno a un tavolo le migliori libagioni,  O sole mio la musica,  l’Italia, ne sono certo, avrebbe già passato l’esame del deficit. L’etichetta non fagioli  e cotiche.  Invece Salvini si è messo a fare il maschio alfa e Di Maio il gagà. I toni contano come la mise en place. Ti presenti e  la presenti. La infioretti, di belle parole e buone intenzioni. Ca va sans dire. 
Oddio il ton sur ton non ha sempre un buon finale. 
In queste ore è arrivato l’ennesimo allarme clima shock and awe:  ci rimangono 12 anni poi la Terra andrà in tilt. Reazioni pervenute? Solo Metro ha fatto una prima pagina abbondante. Tutto normale. Dopo le buone le cattive, ma impassibili. Indifferenti. Fino a quando ci saremo dentro fino al collo. Nell’attesa di cataclismi (finanziari e atmosferici) sto liquido. E aspetto.

MAURIZIO GUANDALINI

Articoli Correlati
Maurizio Guandalini

Quella carogna di spreade l'incubo del rating

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Se anche Versacese ne va in America

L'opinione di Maurizio Guandalini
Maurizio Guandalini

Se anche Versacese ne va in America

L'opinione di Maurizio Guandalini