Cutrone e Pipita piegano l'Olympiacos

  • Europa League

CALCIO Il Milan non smarrisce il filo della vittoria. Gli sono bastati nove minuti, nella ripresa, ieri sera a San Siro in Europa League, per ribaltare alla grande una partita che si era messa nei binari della mestizia col gol di Guerrero al 14’ per l’Olympiacos. Nove minuti d’oro, in cui tanta parte hanno avuto i due nuovi ingressi decisi da Gattuso: Cutrone e Calhanoglu. Prima Cutrone, di testa, ha pareggiato al 70’. Poi Higuain, imbeccato dal turco, si libera in area e infila di sinistro Torosidis al 76’. Poi è ancora Cutrone (ormai giunto a 21 gol in rossonero), al 79’, ancora imbeccato da Calhanoglu facile facile in mezzo all’area piccola, a stampare il terzo sigillo della rimonta. «Ho sempre “fame”», dirà Cutrone, l’eroe, ai microfoni di Sky a fine gara, «questa gara dovevamo vincerla». Pensa di meritare un posto da titolare? «Non lo so, questo sarà il mister a deciderlo. Io posso solo imparare da Higuain e sicuramente gli ruberò qualcosa in allenamento...però io mi faccio trovare sempre pronto».

Ora i rossoneri, dopo il successo iniziale contro il Dudelange, comandano a punteggio pieno il gruppo, davanti al Betis (4 punti), che ieri ha regolato 3-0 proprio il Dudelange. Prossimo appuntamento, la doppia sfida con il Betis: il 25 a San Siro, l’8 novembre a Siviglia.
Leonardo su Ibrahimovic, infine: «Sì, ci abbiamo fatto un pensierino. Forse qualcosa di più. Ma oggi non esiste questa possibilità».

METRO

Articoli Correlati

Il Milan tiene duroA Siviglia fa 1-1

Buon pareggio col Betis. Anche Gattuso soddisfatto per la ripresa. Paura per Musacchio. Biglia operato: out 4 mesi

La Lazio ai sedicesimicon 2 turni di anticipo

Battuto il Marsiglia di Garcia, che è eliminato. Per il 2° anno di fila, qualificazione anticipata

Matchpoint LazioMa Inzaghi non si fida

Arriva all'Olimpico il Marsiglia di Garcia in crisi. Qualificazione vicina