"In Italia spread volatili per incertezza politica"

  • Bce

Il Consiglio direttivo ha anticipato che "se i dati più recenti confermeranno le attuali prospettive per l'inflazione a medio termine, si porrà termine agli acquisti netti". La Bce, nel suo ultimo bollettino economico conferma dunque il suo piano di uscita dal Qe a partire da gennaio.  

L'Italia. "In un contesto di protratta incertezza politica in Italia, i differenziali sulle obbligazioni sovrane si sono dimostrati volatili", si legge nel bollettino economico della Bce, secondo il quale "nonostante gli utili societari rimangano solidi, le quotazioni azionarie e obbligazionarie delle società finanziarie dell'area dell'euro sono diminuite, in un panorama di incertezza geopolitica e crescente volatilità nei mercati emergenti. Sui mercati dei cambi, l'euro si è sostanzialmente rafforzato su base ponderata per l'interscambio"

Articoli Correlati

La Bce conferma lo stopdel QE a partire da gennaio

Bce, Draghi: "Ripresa dell'eurozona si indebolisce". Monito ai paesi con debito pubblico alto

Draghi: "Con spread altomeno prestiti dalle banche"

Il presidente della Bce: "Dati di crescita più deboli del previsto"

Draghi: "Finora le parolehanno fatto danni all'Italia"

Il presidente della Bce, Mario Draghi: "Ora aspettiamo i fatti"