Sicurezza, ok al decreto Ecco cosa prevede

  • Sicurezza

"Ringrazio Giuseppe, Luigi e tutti i colleghi che hanno approvato all'unanimità, smentendo tutte le polemiche e le divisioni che, secondo i giornali, avrebbero tempestato la vita di questo decreto e che arriverà in Parlamento dove potranno esserci modifiche importanti. Non è un decreto blindato". Lo ha detto il vicepremier e ministro dell'Interno, Matteo Salvini, al termine del Consiglio dei ministri, in conferenza stampa a Palazzo Chigi. 

Espulsioni. "In caso di pericolosità sociale o in caso di condanna in primo grado di un richiedente asilo, questo sarà motivo sufficiente per accompagnarlo in un Cpr e avviarlo alla pratica di espulsione", ha detto il vice premier. In 42 articoli "ci sono parecchi passi in avanti in tema di sicurezza e di diritti dei profughi veri".

Domanda.  "Io ti apro le porte di casa mia ma se tu poi spacci droga ai miei figli io, con tutta l'umanità possibile, ti sospendo la domanda e ti rimando lì da dove sei arrivato. Così come non ritengo sia fuori dal mondo, anzi, la possibilità di togliere la domanda a chi la ha acquisita e poi viene condannato in via definitiva per reati di terrorismo internazionale, mi sembra sia un provvedimento di assoluto buonsenso", ha detto il vice premier.

Articoli Correlati

Via libera al dl SicurezzaIl Quirinale: «Rispetti la Costituzione«

Con la firma di Mattarella il decreto pubblicato in Gazzetta diventa legge

Mattarella firma e ricorda"gli obblighi nella Costituzione"

Mattarella cita l'articolo 10 della Costituzione sul diritto d'asilo

Il decreto sicurezza in arrivo al Quirinale

Giallo su alcune modifiche. Norme relative soprattutto all'immigrazione