Ora il treno a idrogeno è diventato una realtà

  • Mobilità

GERMANIA Il gruppo francese Alstom ha lanciato lunedì il primo treno a idrogeno in servizio commerciale nel nord della Germania, destinato a soppiantare le locomotive diesel. Due treni Coradia iLint hanno iniziato a viaggiare tra Cuxhaven, Bremerhaven e Buxtehude Bremervörde, una linea di 100 chilometri in Bassa Sassonia. Il primo treno al mondo a idrogeno viaggia a 140 km/h, con un’autonomia quotidiana di ben 800 km, trasportando 300 persone. Il treno è dotato di celle a combustibile che convertono l’idrogeno immagazzinato sul tetto e l’ossigeno ambientale in elettricità. Inoltre è dotato di  batterie agli ioni di litio che vengono utilizzate anche per immagazzinare l’energia recuperata durante la frenata, che viene riutilizzata nelle fasi di accelerazione. Questi treni a emissioni zero non producono rumore ed emettono solo vapore acqueo e acqua condensata. Il treno a idrogeno ha, secondo Alstom, una autonomia di mille chilometri,  quanto un treno diesel e viene presentato  come una alternativa al gasolio relativamente a buon mercato, in particolare per le linee non elettrificate e ancora di più nelle grandi città dove le autorità vogliono favorire i carburanti meno inquinanti. «Ovviamente, un treno a idrogeno è un pò più caro da acquistare rispetto a un treno diesel, ma l’utilizzo è meno costoso», fanno sapere dalla Alstom.
Il gruppo francese ha già firmato lettere di intenti con quattro Länder tedeschi e ha già venduto 14 convogli alla Bassa Sassonia, che deve sostituire completamente la flotta diesel della linea pilota da Cuxhaven a Buxtehude. Altri paesi hanno mostrato interesse, ha reso noto Alstom, tra cui il Regno Unito, i Paesi Bassi, la Danimarca, la Norvegia, l’Italia, il Canada e la Francia.

In Italia pioniere due regioni
Secondo i dati dell’università di Ferrara, nel nostro Paese il 33% dei binari non sono elettrificati: si tratta di 10mila km di linee, su cui finora viaggiano treni a combustibili fossili. La rivoluzione dei treni a idrogeno sta prendendo forma anche in Toscana e in Trentino, le due Regioni italiane che insieme con Ferrovie dello Stato, stanno iniziando a pensare a una sperimentazione di trasporto su rotaia a idrogeno.

Firmato l’Hydrogen Initiative
Durante l’incontro informale dei Ministri dell’Energia tenutosi a Linz in Austria dal 17 al 18 settembre, è stata siglata l’Hydrogen Initiative, un documento di indirizzo politico di sostegno allo sviluppo dell’idrogeno sostenibile, soprattutto nell’ottica della decarbonizzazione dell’economia e per garantire una fornitura di energia sicura, competitiva, disponibile e sostenibile per l’Unione Europea.

VALERIA BOBBI

Articoli Correlati

eCooltra e CampidoglioScommessa sullo scooter sharing

Campidoglio ed eCooltra hanno festeggiato i primi 18 mesi di servizio di scooter sharing operato dalla società nella Capitale

Eco-Scooter sharingil boom di eCooltra

Il Gruppo eCooltra consolida la leadership in Europa nel segmento dello scooter sharing elettrico celebrando i 500.000 utenti

Lo scooter? ElettricoeColtra raggiunge i 300mila utenti

eCooltra -divisione del gruppo Cooltra che offre servizi di sharing di scooter elettrici a Roma e a Milano- decolla con la proposta del segmento elettrico