Sassi dal campo rom per rapinare automobilisti

  • Roma

Lanciavano sassi alle macchine per costringerle a fermarsi in un vicino distributore dove poi rapinavano gli automobilisti. I quattro responsabili, tutti residenti presso il campo nomadi di Castel Romano, si appostavano di notte nella boscaglia poco prima del campo. L’ultimo episodio il 25 luglio scorso, ben 7 automobilisti sono rimasti coinvolti, mettendo a rischio, con manovre di fortuna, la propria e l’altrui incolumità; oltre ai danni alle vetture, un automobilista è rimasto anche lievemente ferito. Ad individuare e denunciare i componenti della banda, padre e figlio, ancora minorenne, oltre ad altri due uomini di 34 e 35 anni, dopo una articolata indagine compiuta in collaborazione dagli agenti della Polizia Di Stato del Distaccamento Polizia Stradale di Aprilia con quelli del commissariato Spinaceto. Per loro l’accusa è di tentato omicidio, attentato alla sicurezza dei trasporti, danneggiamento e lesioni personali aggravate. Dodici le vittime finora accertate.

Articoli Correlati

Rifiuti e affari illeciti23 misure cautelari

Un’isola ecologica era la “miniera” su cui lucrare e smaltire senza controlli

Dr. Jekyll & Mr. Hydesuspense al Teatro Flaiano

Al Flaiano un cast di 15 attori, una scenografia su tre piani per "Dr. Jekyll & Mr. Hyde"

Rifiuti, la sindacaazzera i vertici di Ama

Il motivo: «Obiettivi mancati». Quarto cambio in meno di tre anni