“Romolo + Giuly” una guerra tutta italiana

  • D’Ambrosi Arnera Romolo+Giuly

TELEVISIONE La verace e chiassosa Roma Sud vs la posata e formale Roma Nord in una comedy fuori dagli schemi. È Romolo + Giuly. La guerra mondiale italiana,  in prima visione da stasera e ogni lunedì alle 21.15 su FOX (canale 112 di Sky).

La storia
A segnare l’inizio degli imprevedibili accadimenti che cambieranno il volto della Capitale è l’incontro tra Romolo Montacchi (interpretato dall’attore Alessandro D’Ambrosi) e Giuly Copulati (Beatrice Arnera). Giuly è destinata a un matrimonio di convenienza e l‘amore per Romolo cambierà le carte in tavola scompigliandole.
Ma se la Città eterna è in lotta, il resto d’Italia non sta a guardare e una sotterranea minaccia incombe. Napoli e Milano – guidate rispettivamente da Don Alfonso (Fortunato Cerlino) e da Giorgio Mastrota (nei panni di se stesso) – unite dall’odio per Roma si coalizzano. Le due città sono esasperate dal bullismo culturale dei romani, che da dileggiano i milanesi come noiosi stakanovisti avvolti dalla nebbia e i napoletani come “mariuoli” sommersi dai rifiuti. Milano è stata privata persino della settimana della moda, trasferita di peso a Roma Nord su richiesta del boss Massimo Copulati (Massimo Ciavarro), mentre il Vesuvio è stato trasformato da Arfio Montacchi (Federico Pacifici) in un immenso inceneritore “naturale”, a seguito della chiusura delle discariche romana al collasso. Ad arricchire il cast, tra gli altri: Michela Andreozzi, Lidia Vitale, Umberto Smaila, e Francesco Pannofino, con i camei d’eccezione di  Paolo Bonolis e Giorgio Panariello. Soundtrack firmato da Lo Stato Sociale. Non ci resta che ridere.

 

 

ORIETTA CICCHINELLI