Debito pubblico in salita Record a 2.341,7 miliardi

  • conti pubblici

A luglio il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 18,4 miliardi rispetto al mese precedente, risultando pari a 2.341,7 miliardi. E' quanto rileva Bankitalia nel bollettino statistico 'Finanza pubblica, fabbisogno e debito', in cui spiega che l'aumento è dovuto all'incremento delle disponibilità liquide del Tesoro (31,6 miliardi, a 80 miliardi), che ha più che compensato l'avanzo di cassa delle amministrazioni pubbliche (15,1 miliardi); gli scarti e i premi all'emissione e al rimborso, la rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e la variazione dei tassi di cambio hanno complessivamente incrementato il debito di 1,9 miliardi. 

Locali. Con riferimento alla ripartizione per sottosettori, spiega ancora Via Nazionale, il debito delle amministrazioni centrali è aumentato di 20,4 miliardi e quello delle amministrazioni locali è diminuito di 2 miliardi; il debito degli enti di previdenza è rimasto pressoché invariato. 

Articoli Correlati

Vincolo del 3%, la Ue"valuterà bilanci a ottobre"

Salvini si era detto pronto a superare il vincolo del 3% del rapporto deficit-Pil

Ue: "Italia a rischioServe correzione dei conti"

L'Ecofin ha approvato le raccomandazioni

Ue: Italia, 2017 okma 2018 è "inadeguato"

Bruxelles e il Patto di Stabilità: nel 2019 servono 10 miliardi