Tramedautore diventa maggiorenne

  • Milano/Teatro

MILANO Nuovi giovani testi teatrali alla ribalta tutti da scoprire. Da domani al 23 settembre, al Teatro Grassi e al Chiostro Nina Vinchi tornerà Tramedautore, il festival internazionale delle drammaturgie che, alla sua diciottesima edizione, è ideato e organizzato da Outis. Affidato quest’anno alla direzione artistica di Michele Panella, il festival indagherà la contemporaneità con diversi sguardi e linguaggi, verbali e non. 

Ad inaugurare Tramedautore, domani alle 19,30, ci penserà Mari  scritto e diretto da Tino Caspanello nel quale i protagonisti sono un uomo, una donna e il mare della Sicilia. 

Dopodomani, sempre alle 19.30, sarà la volta del giovanissimo collettivo bologninicosta che, con ST(r)AGE, affronterà il tema dell’instabilità lavorativa nel mondo dello spettacolo: tra ironia punk e tensioni generazionali, il collettivo romano porta in scena la resurrezione di un'arte scomparsa. 

Domenica alle 19.30, debutterà  La Ballata dei Lenna, il collettivo di ricerca fondato dai giovani Nicola Di Chio, Paola Di Mitri e Miriam Fieno, che porteranno sul palco Human Animal, ispirato a Il re pallido, ultimo romanzo di David Foster Wallace
In scena si snoderà un viaggio letterario-antropologico che, partendo dall’indegna vita di tre impiegati di un’Agenzia delle Entrate, finirà per mostrare tutte le fragilità e i paradossi del nostro stare al mondo, tra noia e meccanismi alienanti (Info: www.outis.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

L’Elfo Puccini puntasulla drammaturgia francese

L’apertura del cartellone è affidata alla maratona “Angels in America” in cui il protagonista è Angelo Di Genio

«I diritti dei gay con Costantino hanno più verve»

Giorgio Bozzo firma la regia di “The Boys in the Band” tradotto da Della Gherardesca

FOG riparte con la prima della Müller

“Horse-camp” della coreografa croata stasera darà il via al festival in Triennale