Impronte o iride contro i furbetti del cartellino

  • Pubblica Amministrazione

Nel ddl concretezza c'è la rilevazione biometrica delle presenze" ovvero la "possibilità di identificare con le impronte digitali o dell'iride il soggetto che ha accesso". Lo ha detto il ministro della PA, Giulia Bongiorno, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera al ddl. "Non si tratta di un provvedimento punitivo", ha aggiunto il ministro.

Articoli Correlati
Pubblica Amministrazione

Bongiorno: "La privacy?Sulle impronte non arretro"

Il ministro per la PA, Bongiorno: "Modalità di controllo che non violano la privacy"
Pubblica Amministrazione

Etica e cultura digitaleun premio alla PA

Premio nazionale Aidr per la diffusione della trasparenza e dell’etica nella Pubblica amministrazione
Pubblica Amministrazione

Sprechi e inefficienzeci costano 29 miliardi

A tanto ammonta, secondo la Cgia, il peso delle distorsioni nella Pubblica amministrazione