Ok dell'Europarlamento a riforma del copyright

  • Digitale

UE Il Parlamento europeo ha approvato a larga maggioranza (438 favorevoli e 226 contrari) la proposta di direttiva sul Copyright nel mercato unico digitale, ammorbidita rispetto a quella bocciata lo scorso luglio. Il testo prevede che i giganti del web debbano remunerare i contenuti prodotti da artisti e giornalisti. La proposta specifica inoltre che il caricamento di contenuti su enciclopedie online che non hanno fini commerciali sarà escluso dall’obbligo di rispettare le nuove regole. Ora si apre la strada ai negoziati tra lo stesso Europarlamento e il Consiglio dove sono rappresentati i governi dei 28. Durissimo il commento di Luigi Di Maio: «Si è di fatto legalizzata la censura preventiva».

METRO

Articoli Correlati

L’Italia non è un Paese di naviganti

Il digitale è in totale stallo: secondo il Rapporto DESI 2016 siamo fanalino di coda in Europa. Il tallone d’Achille? La scarsa connettività.