"Servono più concorsi per non avere cattedre vuote"

  • Scuola

ROMA «Il problema delle cattedre vuote è strutturale: bisognerebbe cambiare le leggi»: è perentorio Antonello Giannelli, presidente nazionale dell’Anp  (Associazione nazionale presidi).

Nessuna possibilità quindi di iniziare  l’anno scolastico con tutti gli insegnanti?
La scuola è una macchina enorme in cui lavorano 1 milione di dipendenti. Ogni anno, il 31 agosto, vanno in pensione 30-40 mila lavoratori e siccome i concorsi vengono fatti raramente, non si fa in tempo a scorrere le graduatorie. Basterebbe rendere i concorsi annuali e così si avrebbero le graduatorie da cui attingere i docenti. Inoltre manca un preside su 4. sempre perché non si fanno i concorsi.

Cosa avverrà con i vaccini?
«La situazione è confusa: per ora resta in vigore la normativa della Lorenzin, poi quando sarà approvato il decreto Milleproroghe, basterà l‘autocertificazione».

Sull’edilizia scolastica come siamo messi?
Per mettere in sicurezza tutti gli 8 mila istituti scolastici italiani servirebbe un piano da 50 miliardi di euro, che nessun governo  troverà mai.

VALERIA BOBBI

Articoli Correlati

Scuola, iscrizioni al viaC'è tempo fino al 31 gennaio

L'iscrizione on line può essere fatta sul portale del Miur

Il ministro: "Meno compitidurante le vacanze di Natale"

Bussetti: "Manderò una circolare per sensibilizzare il corpo docente"

Bullismo, dramma ad AversaRagazzo accoltellato

La vittima veniva seguita da un insegnante di sostegno. Fermato un quattordicenne