I batteri nel carrello

  • CARLO BARBIERI

Prendo un carrello e mi dirigo al settore insalate confezionate. Davanti al banco c’è una signora intenta a scegliere e, in piedi dentro il suo carrello, una bimbetta.

Aspetto che la signora finisca, e quando si gira verso di me le sorrido e le dico a bassa voce:

– Signora, la bimba non dovrebbe stare in piedi nel carrello.

Mi sorride anche lei: – Non si preoccupi, ce la metto sempre, è abituata. Non cade.

Le ri-sorrido: – Volevo dire che non dovrebbe mettere i piedi dove mettiamo le cose che compriamo.

La signora fa la boccuccia a cuoricino: – Ma lei è così contentaaa...

Le ri-ri-sorrido:– Lo capisco, signora. Ma sui marciapiedi c’è di tutto, persino i bisognini dei cani, le suole si sporcano e contaminano il carrello. Dal momento che chi lo userà dopo di lei ci metterà i suoi acquisti, ecco che la pupù del marciapiede andrà a finire nel frigorifero di casa.

La signora non sorride più. Mi guarda schifata, mi molla un “Ma mi faccia il piacere!” e scarrella via con la bambina che, sorpresa dall’accelerazione,  per un pelo non capitombola giù.

Una voce dietro di me: – Ha fatto bene!

Mi volto. Una donna elegantissima, con appoggiato alla guancia un cagnolino così piccolo da starle seduto su una mano, apre lo sportello del banco accanto e comincia a controllare le etichette delle confezioni. Mi guarda, accenna a un “mah” e commenta: – Com’è che non ci si rende conto di certe cose? La gente è strana.

Le sorrido: – Signora, posso farle un’osservazione?

– Ma certo!

– Vede, pure il suo cagnolino era seduto fino a un attimo fa sulla stessa mano con cui tocca i pacchetti.

L’elegantissima si acciglia. – E allora?

– Chi compra quello che ha toccato si porta i batteri fecali del suo cagnolino nel frigorifero.

Mi guarda con odio, mi sibila un “Ma non dica sciocchezze” e decide di ignorarmi.

Mi allontano, e al reparto detersivi compro una confezione maxi di igienizzante per superfici. Se non posso irrorare le scarpe dei bambini né i popò dei cagnolini, non mi rimane che disinfettare ogni giorno il frigo.

CARLO BARBIERI

Articoli Correlati

Il futuro...appena domani

L'opinione di Carlo Barbieri

Giustizia subito(ma non da soli)

l'opinione di carlo barbieri

Quel triste“Sono arrivati i ragazzi”

l'opinione di carlo barbieri