Da Tmz nuove foto e sms sul caso di Asia Argento

  • Asia Argento

"Asia Argento dice che non ha fatto sesso con il diciassettenne Jimmy Bennett, ma una foto e vari messaggi di testo tra Argento e un amico raccontano una storia molto diversa ... dice di aver fatto sesso con lui". E' quanto scrive Tmz. Il sito Usa di gossip pubblica una immagine di Asia e Bennet abbracciati, secondo "fonti" scattata dopo un rapporto sessuale, oltre a un presunto scambio di sms tra Argento e un suo amico.    "Il pubblico non sa niente, solo quello che ha scritto il New York Times. Il ragazzino arrapato mi è saltato addosso" scriverebbe la Argento nel presunto sms (nella foto pubblicata si vedono solo una data e un'orario, lunedì 4.32). "Ho fatto sesso con lui. Non sapevo fosse minorenne", scriverebbe Asia Argento in un altro sms inviato un minuto dopo, rispondendo all'amico che le chiede chiarimenti. L'amico chiede ad Asia spiegazioni anche a proposito della foto, in cui l'attrice sembra nuda accanto Bennet: "Si vede il mio seno, è tutto. Non prova nulla", risponde l'attrice.

Biglietto. Nell'articolo, Tmz pubblica anche un biglietto firmato da 'Jimmy' e scritto su carta intestata del Ritz Carlton Hotel, in cui sarebbe avvenuto l'incontro tra i due. "Ti amo con tutto il cuore, sono tanto felice di averti incontrato ancora. Sono felice che tu sia nella mia vita". Asia Argento, secondo il sito, invia il biglietto al suo amico. "Mi ha scritto questo biglietto, per anni mi ha inviato foto di lui nudo, fino a due settimane, prima che arrivassero le sue accuse. Non è stato uno stupro, lui era sopra di me poi, mi ha detto che ero la sua fantasia sessuale da quando aveva 12 anni", scriverebbe ancora l'attrice.

La difesa. Asia Argento ha negato di aver avuto una "relazione sessuale" con Jimmy Bennet, smentisce il New York Times, secondo cui l'attrice ha pagato 380mila dollari per fermare l'azione legale che il giovane attore e musicista intendeva intraprendere nei suoi confronti per un'aggressione sessuale, quando lui era minorenne. Quella di Bennet "è una persecuzione di lunga data", aggiunge l'attrice nella replica affidata ad un suo agente a quasi 48 ore dalla pubblicazione dell'articolo del quotidiano newyorkese. "Nego con forza e mi oppongo ai contenuti dell'articolo del New York Times che sta circolando sui media nazionali e internazionali", si legge nella nota. "Sono profondamente scioccata e colpita nel leggere notizie che sono assolutamente false. Non ho mai avuto alcuna relazione sessuale con Bennett", aggiunge Asia Argento. L'attrice spiega di essere stata legata al giovane artista "per diversi anni solo da un'amicizia". A suo dire, l'amicizia "è finita quando, dopo la mia denuncia nella nota vicenda Winstein, Bennett inaspettatamente mi ha fatto un'esorbitante richiesta di soldi".   Asia Argento nella nota spiega che il suo compagno di allora, lo chef Anthony Bourdain, di recente suicida, era "spaventato dalla possibile pubblicità negativa, che una tale persona, che considerava pericolosa, avrebbe potuto farci". "Abbiamo deciso di gestire in modo compassionevole la richiesta di aiuto di Bennett", ha riferito Argento, dicendo che Bourdain "si era impegnato personalmente per aiutare Bennett economicamente, a condizione di non subire più intrusioni nella nostra vita". "Dunque, questo è l'ennesimo sviluppo di una vicenda per me triste che mi perseguita da tempo e che a questo punto non posso che contrastare assumendo nel prossimo futuro tutte le iniziative a mia tutela elle sedi competenti", conclude l'attrice. 

California.   Lunedì l'ufficio dello sceriffo di Los Angeles ha riferito che sta verificando se aprire una indagine. In California, dove secondo il New York Times sarebbero avvenuti i fatti, l'età per il consenso a una relazione sessuale è 18 anni. Nessuno, ha aggiunto la polizia, ha fatto denuncia in questo senso. Secondo le fonti citate dal giornale Usa, Asia Argento avrebbe aggredito Bennet nella stanza di un hotel in California. I due avevano recitato insieme in un film del 2004, dal titolo "Ingannevole è il cuore più di ogni cosa", in cui l'attrice - che ne era anche regista - interpretava la problematica madre del giovane. Secondo gli avvocati di Bennett, l'incontro nell'albergo californiano fu "un'aggressione sessuale", che ha traumatizzato il ragazzo, mettendo a rischio la sua salute mentale e i suoi guadagni. I legali dell'attore avevano chiesto un risarcimento di 3,5 milioni di dollari per "aver intenzionalmente inflitto sofferenza emotiva, perdite in termini di salario, aggressione e violenza". La comunicazione formale che il giovane intendeva fare causa all'attrice è giunta un mese dopo le pubbliche accuse di Asia Argento nei confronti del produttore Harvey Weinstein. Da quello scandalo aveva preso il via il movimento #MeToo, per denunciare la molestia sessuale come strumento di potere.

Articoli Correlati

Asia Argento diventala scopritrice del dna

All’Eliseo l’attrice veste i panni di Rosalind Franklin, la vera scopritrice del dna: «Mi sono molto emozionata»