Pil, l'economia rallenta Lo spread torna a salire

  • economia

"L'indicatore anticipatore continua a registrare flessioni, segnalando il proseguimento dell'attuale fase di contenimento dei ritmi di crescita economica". E' quanto sostiene l'Istat nella Nota mensile sull'andamento dell'economia italiana. L'Istat spiega che "si rafforza la crescita dell'economia statunitense mentre si conferma il rallentamento di quella dell'area euro" e "anche in Italia l'economia decelera, condizionata dal contributo negativo della domanda estera netta".    A giugno, ricorda la Nota, "l'occupazione mostra una lieve flessione, in un contesto caratterizzato da miglioramenti su base sia trimestrale sia annuale. Si rafforza l'aumento dei prezzi al consumo che rimane comunque inferiore a quello dell'area euro".

Spread in salita.  Lo spread tra Btp e Bund sale in apertura di mercati a 255 punti, dai 246 di ieri, fino a toccare quota 260. Il rendimento dei decennali cresce al 2,987%. Il differenziale tra Bonos e Bund è a 102,7 punti, con un tasso dell'1,465%.

Articoli Correlati

Il reddito è in crescitama il Pil italiano frena

Secondo l’Ocse siamo individualmente più ricchi ma meno produttivi

Scatta la prima fase della "pace fiscale"

Draghi avverte l’Italia: «Serve responsabilità». Il 13 scade il termine per rivedere la manovra

Pil, crescita a zeroIstat: "Economia stagnante"

Nel terzo trimestre del 2018 la crescita non c'è