Lauda resta grave dopo il trapianto di polmone

  • Formula 1

Niki Lauda, 69 anni, sottoposto a trapianto di polmone, è in condizioni molto serie. Il tre volte campione del mondo di Formula 1 (1975, 1977 e 1984) si trova ricoverato presso la clinica AKH di Vienna. "Il trapianto è stato eseguito con successo da Walter Klepetko, capo del dipartimento clinico di chirurgia toracica, e da Konrad Hoetzenecker - si legge in una nota diramata dalla clinica -. Apprezziamo la vostra comprensione, la famiglia Lauda non farà dichiarazioni pubbliche e richiede la privacy".  Secondo i media austriaci, Lauda ha interrotto la sua vacanza a Ibiza la scorsa settimana a causa di una infezione polmonare. Abituale frequentatore del circus della Formula 1, Lauda non si appalesò agli ultimi appuntamenti di Hochenheim (22 luglio) e Budapest (29 luglio). Lauda ha anche subito due trapianti di rene nel 1997 e nel 2005

Preoccupazione. C'è preoccupazione per l'aggravarsi delle condizioni di salute di Lauda. 
Le sue condizioni sono considerate "molto gravi". Alcune fonti parlano di grave malattia, altri di una grave influenza aggravatasi dopo un soggiorno ad Ibiza. Lauda si è recato presso l'ospedale a bordo del suo jet privato.   Nessun commento da parte della compagnia aerea LaudaMotion fondata proprio da Lauda. Nel 1997 all'attuale presidente onorario della Mercedes era stato donato un rene dal fratello Florian mentre nel 2005 un secondo trapianto di rene donato dalla seconda moglie Birgit, ex hostess.

Leggenda F1. Andreas Nikolaus Lauda, entrato nella leggenda come Niki Lauda, è stato pilota di Formula 1 dal 1971 al 1985 con una pausa dal 1979 al 1982. Soprannominato "il computer" per le sue capacità di assetto della vettura, Lauda è stato pilota della March, BRM, Ferrari, Brabham e McLaren.   Il 1 agosto 1976, esattamente 42 anni fa, Lauda sul circuito del Nuerburgring fu protagonista di un grave incidente. Rimasto intrappolato nella sua monoposto in fiamme dopo aver sbattuto contro una roccia a bordo della pista, Lauda venne salvato grazie all'intervento di un altro pilota, Arturo Merzario. Lauda riportò ustioni permanenti al volto ed inalato fumi velenosi.    Conclusa la carriera di pilota, Lauda fondò anche tre compagnie aeree, prima la Lauda Air, poi la Niki ed ora la LaudaMotion. 

Articoli Correlati

Ancora campione del mondoHamilton come Fangio

Lewis ieri nel Gp del Messico ha vinto il Mondiale per la quinta volta. Meglio di lui ha fatto solo Schumacher

Hamilton imprendibileMale la Ferrari

In Giappone,a Suzuka, il fenomeno della Mercedes allunga ancora

Doppietta MercedesVettel 3°, Hamilton in fuga

Al Gp di Russia primi due posti sul podio alle Frecce d'Argento. Bottas obbedisce agli ordini di scuderia e si fa sorpassare