Marchionne, le condizioni aggravate all'improvviso

  • Fca

Le condizioni del manager italo-canadese, convalescente in seguito ad un intervento chirurgico, si sono aggravate nelle ultime ore e come precisa una nota del Gruppo, "non potrà riprendere la sua attività lavorativa". Una situazione "impensabile fino a poche ore fa, che lascia a tutti quanti un senso di ingiustizia" ha detto il presidente di Fca John Elkann che ha lavorato al fianco di Marchionne in questi 14 anni e così lo ricorda: "un leader illuminato", "una persona con cui confrontarsi e di cui fidarsi, un mentore e soprattutto un amico". Una situazione che ha portato alla convocazione urgente dei cda di Fca, Cnh e Ferrari, le società di cui Marchionne era al vertice. .

Ospedale. Qualche settimana fa l'amministratore delegato si è sottoposto a un intervento chirurgico alla spalla, con l'ultima apparizione pubblica a Roma che risale allo scorso 26 giugno. Da allora nulla più è trapelato sulle condizioni di salute di Marchionne. Poi le condizioni di salute di Marchionne, dopo che in settimana "sono sopraggiunte " complicazioni inattese durante la convalescenza post - operatoria "si sono ulteriormente aggravate nelle ultime ore". "Una cosa imprevista, non ce l'aspettavamo", ha detto il presidente d'onore di Exor Gianluigi Gabetti, commentando le gravi condizioni di salute dell'ormai ex ad di Fca Sergio Marchionne, sostituito oggi da Mike Manley, che dal 2009 era alla guida di Jeep. "Manley lo conosco poco - ha aggiunto Gabetti - ma penso sia una buona scelta". 

Manley ad di Fca. Il cda di Fca ha deciso di "accelerare il processo di transizione per la carica di Ceo in atto ormai da alcuni mesi" ed ha nominato Mike Manley amministratore delegato. Il consiglio, precisa una nota, proporrà alla prossima assemblea degli azionisti, che sarà convocata nei prossimi giorni, che Manley sia eletto nel consiglio in qualità di amministratore esecutivo. Nel frattempo, si spiega nella nota di Fca, "al fine di garantire pieni poteri e continuità all'operatività aziendale, Manley ha ricevuto dal consiglio le deleghe ad operare immediatamente come Ceo". Manley assumerà anche la responsabilità dell'area Nafta. "Manley e la squadra di management - conclude la nota - lavoreranno alla realizzazione del piano di sviluppo 2018-2022 presentato a Balocco il 1 giugno scorso che assicurerà a Fiat Chrysler Automobiles un futuro sempre più forte e indipendente".

Ferrari.  Il Consiglio di Amministrazione di Ferrari NV "è vicino a Sergio Marchionne e alla sua famiglia, ed è grato per lo straordinario contributo che ha dato in questi anni alla guida della Ferrari": si legge in una nota diffusa dalla casa di Maranello, dove si sottolinea che il consiglio riunito oggi "ha appreso con profonda tristezza che il Presidente e Amministratore Delegato Sergio Marchionne non potrà riprendere la sua attività lavorativa". "Il Consiglio - prosegue la nota - ha quindi deciso di nominare John Elkann Presidente e proporrà all'assemblea degli azionisti di nominare Louis C. Camilleri Amministratore Delegato.    Il Consiglio ha anche attribuito a Camilleri "le deleghe necessarie a garantire continuità all'operatività dell'azienda". 

Articoli Correlati

Marchionne a Zurigoera in cura da un anno

L'ospedale di Zurigo: era una grave malattia. Fca "non aveva conoscenza"

Marchionne è mortoCon lui Fiat tornò leader

John Elkann: "Faremo tesoro dell'esempio che ci ha lasciato"

Fca, il dopo Marchionnecomincia male in Borsa

Morgan Stanley: rischio volatilità fino a quando Manley non comunicherà le priorità