Centomila multe sulla flotta Gtt

  • TORINO

TORINO Più di 40mila ogni anno i passeggeri sono sottoposti a controlli di sicurezza dagli assistenti alla clientela di Gtt con gli agenti della polizia municipale nel programma “Linea sicura”. Sono circa 400, invece, gli interventi, anche a tutela dei dipendenti. Dall’inizio dell’anno, ad esempio, sono state dieci le aggressioni subite dal personale Gtt.

Dei quasi 3,5 milioni di persone a cui viene chiesto di mostrare il titolo di viaggio, 100mila ricevono una multa e una fetta pari al 30 per cento non viene pagata. Sono i dati illustrati ieri dal direttore Tpl di Gtt Giovanni Battista Rabino nella riunione coi consiglieri comunali dedicata alla sicurezza sui mezzi pubblici. «Alcuni controlli vengono realizzati da vigili in borghese per contrastare borseggi e molestie - ha aggiunto il comandante dei “civich” Emiliano Bezzon -. Non sono episodi ricorrenti, ma li “attenzioniamo” moltissimo soprattutto sui mezzi pubblici che trasportano studentesse».

Nel frattempo ieri a Roma la sindaca Chiara Appendino e l’assessora ai Trasporti Maria Lapietra hanno incontrato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, per parlare della Linea 2 della metro e del suo tragitto (valutato con l’analisi delle celle telefoniche), del salvataggio e del rilancio di Gtt e della sperimentazione della guida autonoma.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

 

Articoli Correlati

Il Piemontepronto a chiudere

Cirio: «Servono misure drastiche». Strutture sanitarie al limite. Denunciate 21 persone

Coronavirus, a Torinoè assalto ai supermercati

Sale a 482 il numero dei contagiati, venti fino a ieri le vittime del Covid 19

Salgono a 13 i decessi Prima vittima nel Torinese

I contagiati toccano quota 380, mentre 50 sono quelli in terapia intensiva