Ultimatum del Comune al River: tutti fuori entro 48 ore

  • Roma

ROMA La sindaca Virginia Raggi ha firmato l’ordinanza che dispone l’allontanamento entro 48 ore, di tutte le persone (circa 300) presenti nel Camping River. La struttura ospita il campo rom che nelle intenzioni del Comune avrebbe dovuto essere superato 11 mesi fa, e avrebbe dovuto fare da modello per altri insediamenti analoghi.

Il piano del Comune non funzionò, finendo nel caso del River in uno scambio di accuse tra gli ospiti del campo e l'amministrazione. Quest'ultima imputava ai rom la volontà di non integrarsi e di voler rimanere nella struttura. I rom da parte loro hanno più volte spiegato che il cosiddetto piano di inclusione del Comune per superare i campi non funziona: uno dei passaggi prevede infatti che le famiglie rom trovino una casa in affitto presso i privati, con un piano di inclusione lavorativa assai vago e una garanzia sull'affitto da parte del Comune limitata nel tempo.

Si è creata così una situazione di stallo durata quasi un anno, durante la quale i servizi all'interno del River sono stati via via smantellati. Da settimane nessuno curava più il sistema di depurazione e delle acque reflue nel camping, e le condizioni di vita nella struttura sono peggiorate. Nelle scorse settimane il Comune aveva anche fatto distruggere dei moduli abitativi di sua proprietà per impedire che venissero occupati abusivamente. Un'azione criticata da molti a che aveva innsecato un braccio di ferro tra Campidoglio e ospiti del campo. Ieri è arrivato il provvedimento, dettato proprio dalle condizioni igienico sanitarie del campo e dal rischio di inquinamento del Tevere, come spiegato dal Comune in una nota. Condizioni che lo stesso Campidoglio in qualche misura ha contribuito a creare.

 

Articoli Correlati

Cane cade nel pozzosalvato dai pompieri

Il cane da caccia era precipitato in un pozzo romano di almeno 15 metri

Insetti nella farinachiuso un forno a Navona

Carenze igienico sanitarie hanno portato alla chiusura di un forno

Sassi dal campo romper rapinare automobilisti

I quattro responsabili residenti presso il campo nomadi di Castel Romano