Pazzi per i Bleus Francia, che festa ai campioni

  • Calcio

CALCIO Scene da vincitori, atto primo. A scendere dalla scaletta dell’aereo sono stati per primi il capitano Hugo Lloris, con la Coppa, e il tecnico Didier Deschamps, accolti dal ministro dello Sport Laura Flessel, tra le acclamazioni del personale aeroportuale che ha cantato “Merci les Blues”. Sulla pista, mano mano che tutti i parigini scendevano in strada, i pompieri hanno offerto alla nazionale un “saluto d’acqua”, un arco monumentale fatto con getti di acqua. I giocatori hanno sfilato sul tappeto rosso fino a un piccolo podio dove hanno posato per i fotografi. Sull’autobus della sfilata il disegno delle due stelle simbolo delle due vittorie al Mondiale e la scritta “campioni del mondo”.  La nazionale è stata ricevuta nel palazzo presidenziale di Parigi dal presidente Emmanuel Macron, dopo aver percorso a bordo di un bus “imperiale” la celebre Avenue degli Champs-Elysées. Ma la cosa singolare -e che dovrebbe far riflettere– è che le stesse scene si sono viste a Zagabria, dove la nazionale croata, battuta in finale, è stata festeggiatissima dai suoi tifosi.

Articoli Correlati

Inter, esame FiorentinaIcardi cerca il primo gol

Dopo i successi di Champions e Marassi, Spalletti si trova davanti la Viola. Il capitano però è ancora a secco dopo cinque giornate: mai successo

La Lazio vola ad Udinema il pensiero è già al derby

Delicato impegno in Friuli per i biancocelesti, che però faranno turnover in vista della stracittadina di sabato con la Roma

Juve, rientra Bonuccie tra i pali spunta Bonucci

I bianconeri si preparano ad affrontare il Bologna, fresco killer della Roma. Dybala e Bernardeschi scalpitano per affiancare Cristiano Ronaldo